Storia

Storia | ADOSItalia

1976, Trieste: S.V.  si scopre un nodulo al seno destro. Successive, immediate indagini mammografiche dimostrano che trattatasi di cancro, esteso pure al seno sinistro. Segue intervento chirurgico a entrambe le mammelle.

Con la terapia chirurgica la struttura pubblica aveva assolto ai suoi doveri di assistenza ma S.V. era annientata dalla sofferenza fisica che incideva su quella psicologica e sociale: era diventata una invalida data la limitatezza dei movimenti.

Fu allora che intervenne una amica, crocerossina, specializzata in riabilitazione che, giorno dopo giorno, le fece recuperare il movimento e con il benessere fisico venne recuperato il benessere psicologico e il reinserimento sociale:

attraverso l’esperienza di questa donna vennero gettate le basi per l’edificazione del Centro Riabilitazione Mastectomizzate.

La filosofia che tuttora attraverso il tempo è rimasta come riferimento è la constatazione che quanto prima e quanto meglio l’operata ritrova il benessere fisico, tanto prima e tanto più compiutamente essa può procedere alla sua riabilitazione psicologica e sociale.

Il risultato ottenuto era troppo importante per rimanere circoscritto ad una sola persona fu così che  l’attività venne incoraggiata dal dott. Giuseppe Pangher, primo presidente dell’USL n. 1 “triestina” da sempre fautore di un volontariato socio-sanitario.

Il dott. Giorgio Mustacchi diede fiducia a tale iniziativa e la ospitò nel 1977 presso il Centro Tumori.

Nel 1976 era stato gettato un seme che aveva subito affondato radici profonde.

Il dott. Fogher presidente della Lega Italiana per la lotta contro i tumori di Trieste, organizzò un convegno sulla riabilitazione della mastectomizzata, a cui aderì il prof. Piero Pietri Direttore dell’ Istituto di Semeiotica Chirurgica dell’Università di Trieste

Nel 1978 il prof. Pietri  costituì una sezione dell’Associazione “Attive Come Prima”, prima presidente la prof. Ada Cosulich, come risulta dalla relazione dell’Assemblea generale ordinaria tenutasi il 3 gennaio 1979 dove vengono evidenziate 750 prestazioni di riabilitazione delle donne operate al seno. Il giorno 19 dicembre 1979 si riuniva l’assemblea straordinaria dei soci presso la sede di via G.Ferraris. All’ordine del giorno la trasformazione della Associazione “Attive Come Prima” in Centro Regionale Riabilitazione Mastectomizzate, considerato che nell’anno 1979 erano state eseguite 2.490 prestazioni di linfodrenaggio.

La città di Trieste si poneva e si pone purtroppo, nei primi posti come incidenza del cancro mammario, mentre le strutture pubbliche allora erano assolutamente carenti per quanto concerneva l’assistenza psicologica e sociale, ma anche fisica, in questo specifico campo.

Presso l’Istituto di Semeiotica Chirurgica dell’Università di Trieste  si dette  l’avvio ad un lavoro silenzioso, ma estremamente efficace sotto il profilo fisico, psicologico, sociale, ma soprattutto umano. Un lavoro di equipe che prendeva l’avvio prima dell’intervento, che si sviluppava in sala operatoria, dove si affinava sempre più la tecnica, che proseguiva nell’immediato post-operatorio, per essere perfezionato nella riabilitazione fisica e trovare il suo completamento in quella sociale. Umanità e rigore scientifico procedevano per dare spazio ad una ricerca che nelle fredde statistiche permettesse di sensibilizzare Autorità sanitarie e amministrative a concedere spazio vitale anche alla riabilitazione delle mastectomizzate. Le tappe che si sono succedute si possono così sintetizzare:

1977: presso il Centro Tumori di Trieste diretto dal dott. Giorgio Mustacchi, viene avviato il primo ambulatorio per la riabilitazione specifica e sistematica delle mastectomizzate in collaborazione con Luisa Nemez;

1977: la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, organizza a Trieste, Grignano il convegno: «La riabilitazione fisica della mastectomizzata».

1978: il prof. Pietri invita a Trieste Ada Burrone e costituisce una Sezione di “Attive Come Prima”

1978: Luisa Nemez in collaborazione con il dott. Giorgio Pellis dà inizio allo studio sul linfedema nelle pazienti mastectomizzate.

1979: Nell’ambito dell’Istituto di Semeiotica Chirurgica si inizia uno studio sulla riabilitazione delle mastectomizzate affidato dal Centro Nazionale Ricerche

1980: Costituzione Centro Regionale Riabilitazione Mastectomizzate e contemporanea costituzione del Centro Provinciale Riabilitazione Mastectomizzate di Trieste.

1981: Nasce la pubblicazione «La Voce» organo ufficiale del Centro Riabilitazione Mastectomizzate, come veicolo di educazione sanitaria, informazione e formazione.

1984: Si tiene a Trieste il I corso di formazione per volontarie.

1985: Plauso del Presidente della Repubblica, Pertini, per l’attivita del Centro Riabilitazione Mastectomizzate.

1986: Si celebra il 22 marzo la I Giornata nazionale «Nuova Primavera di Vita».

1987: Il Centro Riabilitazione Mastectomizzate assume la denominazione  A.N.D.O.S. Associazione Nazionale Donne Operate al Seno.

1988: Il 24 Maggio 1988 su richiesta di Luisa Nemez, l’Autorità Ecclesiastica proclama S.Agata patrona dell’Associazione.    (v. “La Voce” n. 40 pag. 2).

1991: L’ANDOS aderisce al Progetto «Europa Donna» presentato a Venezia da Umberto Veronesi e se ne fa promotrice raccogliendo circa 100.000 firme a sostegno dello stesso.

Luisa Nemez ne diviene presidente, e coordinatrice per l’Est Europa,  per preparare il FORUM “Europa Donna”

1992: Ha luogo a Trieste, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il Vll Convegno internazionale delle donne operate al seno (430 donne provenienti da 33 Paesi) in collaborazione con il Reach to Recovery e l’American Cancer Society.

Fino alla data del 1992 l’associazione Andos di Trieste ha partecipato con propri lavori ai  più importanti congressi nazionali e internazionali. Ha ideato la video-cassetta «Insieme» per illustrare i metodi di intervento la video-cassetta «Bio Training» corso di ginnastica completo per le operate al seno la video-cassetta «Scopri la salute del tuo seno».

Nel 1992 Luisa Nemez e dott. Giorgio Pellis chiudono lo studio sul linfedema pubblicando il manuale «Linfodrenaggio: “Metodo ANDOS”(marchio registrato)»

Nel 2003 viene elaborato il CD-Rom Linfodrenaggio “Metodo Andos” (autori : Luisa Nemez dott. Giorgio Pellis e Prof. Fulvio Bratina – protezione diritti di autore legge 633/1941 e successive modificazioni, trasformato poi in “Metodo Nemez”®

2003: 25 associazioni decidono di proseguire un proprio cammino costituendo  il FORUM Associazioni Donne Operate al Seno prendendo come simbolo il graffito delle Grotte di Altamira. Ciò che non hanno abdicato è alla loro trentennale attività perché solo Trieste può vantare una storia che, senza soluzione di continuità, ha mantenuto una costante imprescindibile: la riabilitazione globale della donna operata al seno: un’idea e una iniziativa nata a Trieste nel 1976 su intuizione di Luisa Nemez. Prima di ogni ufficializzazione.